Vai al contenuto
come coltivare semi peperoncino

Come e quando piantare i semi di peperoncino? Guida per principianti

Le domande più comuni di chi si approccia a coltivare il peperoncino per la prima volta sono: qual è il migliore periodo per seminare il peperoncino? Come si fa?

Ecco quindi una guida semplice alla coltivazione del peperoncino, valida per tutte le varietà presenti su Assopepper.

Innanzitutto non c’è un momento ideale in assoluto. Per la corretta germinazione del seme la temperatura ideale sarà minimo 22° ma i risultati migliori si ottengono tra i 25° e i 30° gradi.

Questo si verifica con più facilità nei mesi di aprile e maggio ed è per questo che marzo è il mese di solito preferito per piantare i semi di peperoncino.

Per i capsicum chinense è consigliata la semina in un ambiente controllato. Ci sono vari metodi di coltivazione, alcuni già spiegati in altre guide, ma quello più semplice è la semina nel terriccio.

Nella semina in terriccio potete usare piccoli vasi, bicchieri o vasetti dello yogurt, da disinfettare preventivamente con soluzione di acqua e varechina per uccidere eventuali funghi e parassiti.

É meglio infatti usare piccoli vasi per poi rinvasare la pianta più volte durante la sua crescita, fino a raggiungere un vaso finale di almeno 28/30 cm di diametro.

Non è strettamente necessario, ma si consiglia di mettere uno strato di perlite sul fondo del vasetto, in modo da drenare ed evitare che si formino ristagni d’acqua che possono far marcire le radici della pianta. Qualcuno mette l’argilla espansa al posto della perlite, ma non si tratta della migliore soluzione.

Su questo strato di perlite potete mettere un terriccio specifico per la semina, meglio un substrato professionale da rinvaso setacciato, che si può trovare in un’agraria. In mancanza di questo alcuni utilizzano anche il terriccio universale, che non dà risultati ottimali ma in mancanza di un substrato specifico può andare bene.

Dove il clima è più rigido sarebbe meglio utilizzare una piccola serra o un germinatoio per poi travasare successivamente.

Una volta preparato il substrato potete interrare i semi a una profondità di 1 cm e inumidire il terriccio.

A questo punto potete ricorrere a due metodi:

  • immersione del vasetto: potete immergere i vasetti direttamente in un contenitore d’acqua facendola arrivare massimo fino a metà vasetto. In questo modo l’acqua arriverà per capillarità fino alla superficie. É il metodo migliore.
  • innaffiatura: potete anche classicamente innaffiare il terriccio, facendo attenzione a non mettere troppa acqua: il terriccio deve essere sempre umido ma non bagnato!

Dopo circa 10-20 giorni (per alcune cultivar anche 30) vedrete spuntare i primi germogli. Le tempistiche dipendono molto dalle temperature.

Ricordate di travasare la piantina in un vaso più grande (circa il doppio di diametro va bene) non appena si nota che le radici fasceranno tutto il vasetto.

rinvaso piante peperoncino 1
Rinvaso delle piante di peperoncino

Quando il germoglio spunta fuori dal terriccio la pianta è pronta per ricevere l’esposizione solare, meglio non diretta, soprattutto nelle prime fasi di crescita. Sarà possibile ad esempio esporre la piantina alla luce la mattina quando il sole è meno forte e poi pian piano anche al sole più forte di metà giornata.

Se vuoi cimentarti nella coltivazione del peperoncino, nello shop Assopepper trovi tantissime varietà di semi di peperoncino di altissima qualità e ad alta percentuale di germinazione.

Nella giusta stagione spediamo anche piante di peperoncino di svariate cultivar.

piantine peperoncino
piantine peperoncino

Sono arrivate le piante di peperoncino!

Guarda la lista aggiornata delle cultivar disponibili 2024.

Le piante di peperoncino saranno presto disponibili!

Iscriviti alla lista d’attesa per ricevere un’email quando apriremo gli ordini.